Loading posts...

Economie dei corpi nella virtualizzazione tecnomediale

Nel cuore del capitalismo bio-cibernetico si sta così delineando un campo di forze che suggerisce l’emergere di una nuova economia del mostruoso laddove stanno esplodendo e si ricostruiscono i confini dell’umano tra contaminazione e immunitas. Ogni epoca ha prodotto i propri mostri, incarnazione di volta in volta di paure, ansie, narrazioni del divenire e della sua imprevedibilità. Ciò che appare con una certa evidenza oggi è che l’ambito del mostruoso è tanto più affascinante e pericoloso quant...
Urbano troppo urbano. Vivere e morire a SimCity (2)
View

Urbano troppo urbano. Vivere e morire a SimCity (2)

SimCity viene generalmente eletto a modello del videogioco anti-narrativo. Le simulazioni elettroniche [...], non prevedono alcuna trama. E tuttavia, se è vero che SimCity non incorpora una struttura narrativa tradizionalmente intesa (di tipo lineare o sequenziale), il gioco stimola e sollecita forme di narrazione alternative. SimCity non racconta storie. Ma i giocatori sì. In rete sono disponibili centinaia di “diari” di architetti e sindaci virtuali con riportano con maniacale minuziosità l’ev...
Urbano troppo urbano. Vivere e morire a SimCity (1)
View

Urbano troppo urbano. Vivere e morire a SimCity (1)

Il videogame nasce con una duplice missione: simulare lo straordinario, ma anche l’ordinario. Computer Space (1971) e Pong (1972) ripropongono in forma ludica una battaglia spaziale tra astronavi (l’impossibile) e una partita di tennis (il possibile) rispettivamente. Questa dicotomia ha guidato l’evoluzione del medium dagli anni Settanta a oggi. Sorprendentemente, la riflessione critica ha sempre privilegiato l’aspetto ‘straordinario’ del videogame. In queste pagine, vorrei concentrarmi invece s...

Più che un’immagine. Considerazioni sull’arte interattiva

Difatti nell’arte interattiva l’elaborazione dei dati multimediali, così caratterizzante agli inizi della videoarte e divenuta sofisticata simulazione con il digitale, si è travasata nello spettatore, che oltre ad essere un agente-reagente dell’opera è divenuto esso stesso oggetto di una sorta di manipolazione. L’esperienza estetica coincide, nell’arte interattiva, con lo stimolo ad agire, utilizzando i comandi di un computer, o indossando il casco e i datagloves e rimodellando i meccanismi fisi...

Background on CAE

Critical Art Ensemble has very publicly and legally performed scientific processes to demystify them and make them accessible to audiences. “Free Range Grains,” CAE’s latest project, includes a mobile DNA extraction laboratory for testing food products for the presence of genetically modified organisms. The biotech industry is a very little understood force transforming our lives with almost no public input. In the case of genetically modified agriculture, transgenic crops were approved by the F...

Interview with Marta de Menezes

Interview with Dalila Honorato

Interview with Adam Zaretsky

Interview with Jadwiga Charzyńska

Interview with Delma Rodriguez

Interview with Olga Kisseleva

Interview with Anna Dumitriu

Interview with Luz María Sánchez

Interview with Danielle Siembieda

Interview with Freddy Paul Grunert

Interview with Elif Ayiter

Interview with Roberta Buiani

Interview with Bill Seaman

Interview with Roger Malina

Interview with Christa Sommerer

Interview with Annick Bureaud

Interview with Leonel Moura

Interview with Nina Czegledy

Interview with Stelarc

Interview with Derrick de Kerckhove

Interview with Margarete Jahrmann

Interview with Jaromil