NOEMA Home › NEWS
Tecnologie e Società

 

Evidenziate le basi neurologiche del conformismo
11/10/2009

Il conformismo sarebbe basato su un apprendimento per rinforzo e il conflitto con l’opinione del gruppo scatenerebbe un segnale di “previsione di errore”.

La tendenza degli individui a “seguire il gruppo” ha una ben definita localizzazione nell’attività cerebrale, stando a quanto riferito in uno studio pubblicato sulla rivista “Neuron”, che fornisce un affascinante illuminazione sul modo in cui il comportamento umano è influenzato dalla presenza di propri consimili.

Molti studi in passato hanno dimostrato il profondo effetto delle opinioni del gruppo sui giudizi personali e non esistono dubbi che ciascuno di noi stia attento al comportamento e al giudizio altrui per ricavare informazioni su ciò che è considerato un comportamento accettabile.

"Spesso gli individui cambiano decisione o giudizio per conformarsi al comportamento di un gruppo normativo", ha spiegato l’autore dello studio Vasily Klucharev, dell’F.C. Donders Center for Cognitive Neuroimaging, che ha sede nei Paesi Bassi. "Tuttavia i meccanismi neuronali del conformismo sociale rimangono poco chiari."
Klucharev e colleghi hanno ipotizzato che il conformismo possa essere basato su un apprendimento per rinforzo e che il conflitto con l’opinione del gruppo possa scatenare un segnale di “previsione di errore”.

Quest’ultimo meccanismo, identificato per la prima volta nei modelli dell’apprendimento tramite rinforzo, è definito come la differenza tra i risultati attesi e quelli ottenuti ed è ritenuto un segnale della necessità di una correzione dei propri comportamenti.

I ricercatori hanno utilizzato la tecnica di imaging tramite risonanza magnetica funzionale (fMri) per esaminare l’attività cerebrale di alcuni soggetti in cui gli iniziali giudizi dell’attrattiva dei visi era aperta all’influenza dell’opinione del gruppo. In particolare, sono state analizzate le zone del rostro del cingolato (RCZ) e del nucleus accumbens (NAc).

L’RCZ, secondo le attuali conoscenze, riveste un ruolo chiave per il monitoraggio dei risultati comportamentali, mentre il NAc è coinvolto nei processi di anticipazione ed elaborazione delle ricompense, così come dell?apprendimento sociale.

Si è così riscontrato che un conflitto con l’opinione del gruppo scatena un aumento della probabilità che un soggetto riconsideri il proprio comportamento in senso conformistico e che lo stesso conflitto provochi una risposta neuronale nell’RCZ e nel NAc simili a quelli tipici di un segnale di errore di previsione.
Inoltre, si è evidenziato come il segnale nel NAc collegato al conflitto personale era tanto più forte quanto maggiore era la discrepanza tra il proprio comportamento e quello conformistico.

"Questo studio spiega perché spesso allineiamo automaticamente le nostre opinioni con quelle della maggioranza”, ha concluso Klucharev. "I nostri risultati mostrano anche che il conformismo sociale è basato su meccanismi che sono in accordo con l’apprendimento per rinforzo e che questo meccanismo è collegato all’attività neuronale di ‘monitoraggio degli errori’ che segnala ciò che rappresenta probabilmente l’errore sociale fondamentale: l’essere troppo differenti dagli altri”. (fc)


Tratto da "Le Scienze" online

http://www.lescienze.it/














Cerca dentro NOEMA - Search inside NOEMA



Iscriviti! - Join!

 

RSS

 

Top