NOEMA Home iGALLERY FRANZ FISCHNALLER F.A.B.R.I.C.A.T.O.R.S.
Opening
Bio
Texts

 

F.A.B.R.I.CATORS ARCHITECTS OF CULTURE FABRICATORS OF IDEAS
Via F.lli Bronzetti 6
20129 Milano/Italia
Tel.:
+39-02-70128233
Fax:
+39-02-76110498
Cell.:
+39-348-2310451
fabricat@galactica.it
www.fabricat.com

 

Chi è il Principe della "Rinascita Digitale"?
di Franz Fischnaller

Mi piacerà lasciare a tutti voi queste interrogativi sospesi nell’aria... Chi è il Principe della "Rinascita Digitale"? Chi sarà o chi è il leader dell’era digitale dell’Italia o dell’Europa del 2000 ? Sappiamo chi fu il Principe di quella epoca che ha dato al genere umano la luce scintillante del Rinascimento ...

Lorenzo il Magnifico naturalmente...ma sappiamo chi ricopre questo ruolo nella rivoluzione digitale del 2000? Il Rinascimento fu possibile non solo perché gli autori erano eccellenti e l’epoca era fertile ma anche a causa del Principe, la mente del signore dell’epoca era tanto aperta e futuristica quanto il maestro-artista stesso.

La dinamicità e il carisma del Signore di quest’epoca collaborarono alla costruzione di ciò che è oggi considerata una della più intense e fondamentali tendenze nel mondo. Allora, a quella epoca, Leonardo da Vinci, Michelangelo, Leon Battista Alberti trovarono un interlocutore che capì l’importanza del loro lavoro e si adoperò per dare loro la possibilità di realizzare qualche cosa di vero e di tangibile. L’epoca del Rinascimento è stata determinata da chi inventava, da chi creava, da chi capì le conseguenze storiche e da chi accettò la sfida di rendere tutto ciò una realtà.

Ci sono i due mondi:

quello che crea quello che detiene il potere che si incontrano su un terreno comune di reciproca comprensione con lo scopo di adempiere a un comune obiettivo, quello di fare la storia. Si verificò una sorta di relazione interattiva molto produttiva e fertile in "tempo reale". Due mondi che interagiscono in tempo reale in un periodo molto specifico per produrre cambiamenti fondamentali negli annali della storia dell’umanità. Si è detto spesso che la storia si ripete.

Ora, abbiamo analizzato con molta cura o molta ironia questo punto e siamo consapevoli che: il Principe della "Rinascita Digitale" è molto probabilmente non in Italia!! E neanche nelle vicinanze dell’Europa.

Chiediamoci perciò, chi è il Principe del "Rinascita Digitale". Chi può avere questa forza, questo carisma e chi ha creato la base necessaria per un’avventura tanto trascinante? Chi possiede tutte le caratteristiche, la forza trascinante, la sensibilità e di conseguenza l’intelligenza per comprendere quando un momento o un’attività sono tali da fare la storia ? Chi o che cosa ha avuto la forza e la sagacia di creare un impero basato sulla cultura digitale che è diventata oggi qualcosa di molto reale, e che in se stessa ha un impatto formidabile sulla storia dell’umanità?

Chi è il Principe dell’"Era Digitale"?

È una discussione accesa che potrebbe lasciare senza fiato alcuni pensatori e innovatori in questa terra culla del Rinascimento. C’è un forte bisogno della figura di un Principe carismatico, illuminato e ambizioso con l’energia adatta per creare la storia e per proiettare la propria visione ed azione del presente in un impeto e in una tendenza trascinanti che caratterizzino il secolo che stiamo per cominciare, una vera opportunità storica.

La Rinascita Digitale del 2000 è un tema cruciale per "Virtuality&Interactivity II", considerando che siamo alla svolta che ci permette di dare una rapida occhiata a quello che il 2000 ha in cantiere per noi. E questo è un incontro piuttosto provocatorio, storico, creativo e di sfida, determinante per la storia d’Italia e d’Europa.



From Virtual Reality to Mixed Reality? The twilight within the real and the virtual
by Franz Fischnaller

Is there a "tendency" in the art of the "beyond 2000? What are the key frames, which could generate this tendency.
The new technology is influencing arts and the way of projecting culture. It is contributing to give form to a new artistic language, which will revolutionize the composition, the treatment of the image, and the concept of "perspective" and of space in the world of art. There is taking place a revision of the what, why, how, with whom, with what?? New behavioral models are being defined which in the process, are producing new sensorial extensions (man-space) generating as a consequence other forms of perceiving, of communicating, of informing, of reacting, of sharing, of distraction, of thinking, of projecting of creating and, why not, of loving.
Do we know what is the twilight within the real, the virtual and the imagination in a virtual piece??.. Sometimes I believe I know it, other moments I do know it.. Most of the time while working in my virtual pieces I find myself within that twilight...reality?? virtuality?? who knows??

Complete text (pdf, 44 Kb)