Terra Nova – Sinfonia Antarctica

Terra Nova: Sinfonia Antarctica è una performance multimediale in cui l'artista aspira a portare l'Antartide nell'immaginario contemporaneo ricostruendolo attraverso l'utilizzo di tecnologie digitali. Anche il tema del riscaldamento globale è osservato da un'angolazione molto particolare. Con uno studio di registrazione portatile e telecamere ad alta definizione, DJ Spooky ha trascorso diverse settimane in Antartide dove ha raccolto le sonorità e le immagini di un continente in continuo mutamento.

From: Viviana Allocchio

Dj Spooky – That Subliminal Kid

Teatro Manzoni
(via Manzoni, 42)

Lunedì 1 dicembre 2008, ore 21.00
DJ SPOOKY
& Alter Ego Ensemble

pianoforte
Walter Roccaro

violino
Aldo Campanari

violoncello
Francesco Dillon

Terra Nova: Sinfonia Antarctica

performance multimediale
di e con Paul D. Miller
alias DJ Spooky

progetto e produzione
Change Performing Arts
commissionato da
BAM Brooklyn Academy of Music/ Next Wave 2009 Melbourne International Arts Festival / Dartmouth College UCSB Arts & Lectures / Spoleto 51 Festival dei 2 Mondi

“Aperitivo in Concerto” presenta, lunedì 1 dicembre 2008, alle ore 21.00, presso il Teatro Manzoni di Milano (via Manzoni, 42), l’ultimo progetto di Paul Miller, alias DJ Spooky, dedicato al mondo glaciale e poetico del continente antartico.

L’Antartide è l’unico continente non popolato, che non appartiene a nessun governo né territorio. Molti stati rivendicano la sovranità su diversi strati dell’ampio continente, ma in realtà l’area tra 90°e  150° di latitudine ovest è l’unica parte dell’Antartide, o meglio l’unico lembo di terra sul globo, che non è governato da nessuno stato.

Terra Nova: Sinfonia Antarctica è una performance multimediale in cui l’artista aspira a portare l’Antartide nell’immaginario contemporaneo ricostruendolo attraverso l’utilizzo di tecnologie digitali. Anche il tema del riscaldamento globale è osservato da un’angolazione molto particolare. Con uno studio di registrazione portatile e telecamere ad alta definizione, DJ Spooky ha trascorso diverse settimane in Antartide dove ha raccolto le sonorità e le immagini di un continente in continuo mutamento. Mappe storiche, diari di viaggiatori dei secoli passati, frequenze sonore di ghiaccio cristallino, e poli magnetici della Terra sono i materiali che confluiscono nella sua tavolozza sonora e visiva a creare un’opera che non vuole essere un’interpretazione metaforica, ma una vera e propria “esperienza” del suono e dell’immagine del continente antartico. Nell’era dei satelliti, delle connessioni senza fili e dei cavi a fibra ottica, Terra Nova: Sinfonia Antarctica di Dj Spooky è il ritratto di un territorio fatto di geografia e complesse interazioni ecologiche: una performance di settanta minuti che crea una suggestione unica e potente attorno al rapporto tra l’uomo e la natura.

Produttore, scrittore, filosofo, artista. Appena trentenne, Paul D. Miller, meglio noto come Dj Spooky, è uno dei musicisti elettronici più eclettici, colti e preparati.

Laureato in filosofia ed in letteratura francese, Paul D. Miller è nato Washington ma è residente dal 1992 a New York. Fra i lavori più recenti, si ricordano la sonorizzazione/ricostruzione di “Rebirth Of A Nation” (classico del cinema firmato da D. W. Griffith) e l’installazione, presente alla Biennale Architettura 2007 di Venezia, “New York Is Now”. Dal punto di vista musicale, elabora un appassionante mix di acrobazie soniche che nascono dall’hip hop, quindi dalla manipolazione virtuosistica dei vinili, e dall’attento ascolto delle vibrazioni che provengono dalla “strada”.
A tutto questo Spooky aggiunge una cultura sterminata, che gli permette di permeare i suoi dischi e i suoi dj set di riferimenti colti e sorprendenti: dalla musica futurista dei primi del ‘900 al jazz più coraggioso, passando per la “musica concreta”. La sua originalità sta nel far suonare questo coacervo di stimoli e riferimenti in maniera marcatamente funky. La grande utopia di far coincidere sperimentazione cerebrale e fisicità del ballo ha in Spooky uno splendido compimento. A testimoniarlo ci sono i suoi album (l’esordio di Songs Of A Dead Dreamer, uscito per la prestigiosa e coraggiosa etichetta Asphodel, l’ambizioso Viral Sonata, l’eccezionale File Under Futurism, fino ad arrivare ad Optometry) e le sue innumerevoli collaborazioni col gotha della musica contemporanea (dall’intellighentzia sonora newyorkese in poi) insieme all’alta considerazione che circonda la sua attività di artista e musicista.

Nella performance lo spartito elettronico di DJ Spooky è valorizzato dalla performance dal vivo di Alter Ego Trio (piano, violoncello e violino).

Il progetto Terra Nova conferma DJ Spooky come uno dei principali artisti della nuova generazione negli Stati Uniti impegnati socialmente e politicamente, come dimostra la recente mostra Regime Change Starts at Home alla Galleria Irvine Contemporary di Washington in cui il lavoro di DJ Spooky è presentato accanto a quello dell’illustratore californiano Shepard Fairey, noto per il ritratto di Barack Obama ‘Hope’ pubblicato sulle copertine delle riviste di tutto il mondo (www.irvinecontemporary.com).

Al concerto multimediale a Milano farà seguito il 3 dicembre la presentazione a Roma all’American Academy del suo ultimo libro Sound Unbound (MIT Press, 2007) che raccoglie un’intensa ricerca sul senso del suono, con contributi tra gli altri di Pierre Boulez, Brian Eno e Steve Reich.

per ulteriori informazioni:
Viviana Allocchio
Iniziative Speciali
Teatro Manzoni
Via Senato, 12
20121 MILANO
tel.: 02781253 – 02781254
fax: 0276281604
e-mail: viviana.allocchio@fininvest.it

INGRESSI:
Concerti 19 ottobre – 3 e 10 novembre – 25 gennaio: €15 + €1 prevendita

Concerti 26 ottobre – 1 e 14 dicembre – 9 febbraio: €12 + €1 prevendita

Ridotto giovani € 10 + € 1 prevendita

PREVENDITA dal 6 ottobre ’08 al 9 febbraio ’09
alla cassa del Teatro
CircuitoTicketone –
Nnumero verde 800-914350
Posti fissi e numerati

In vendita alla cassa del Teatro
Posti fissi e numerati
CONTATTI:
Teatro Manzoni – tel. 0039 02 7636901
Via Manzoni 42
20121 Milano
info@teatromanzoni.it
www.teatromanzoni.it/aperitivo – www.aperitivoinconcerto.com

Come raggiungere il teatro:
MM Montenapoleone – MM1 San Babila – MM1 Palestro
Bus 61 – 94 – Tram 1, 2

Il progetto

Il riscaldamento globale è un tema che riguarda tutti noi molto da vicino, DJ Spooky ha deciso di osservare il problema da un’angolazione molto particolare e di trasformare le osservazioni compiute durante un viaggio in Antartide in un’opera multimediale, confermando come la sua sensibilità verso temi importanti della nostra contemporaneità, com’era già avvenuta per la precedente opera, Rebirth of a Nation.

La più recente performance multimediale di Paul D. Miller, alias DJ Spooky, è un ritratto acustico di un continente in rapida evoluzione. Terra Nova Sinfonia Antarctica trasforma l’incontro in prima persona di DJ Spooky con il paesaggio duro e dinamico, in un composito ritratto multimediale con musica composta sulla base delle diverse geografie che compongono il continente antartico. Registrazioni sul campo tramite uno studio portatile allestito dall’artista in un viaggio in solitario per catturare le qualità acustiche delle forme di ghiaccio, riflettono un ambiente in costante evoluzione.

L’arte ha sempre avuto un posto di rilievo nell’esplorazione dell’Antartide. Fino alla metà del 20° secolo, era comune per gli esploratori delle Regioni Polari essere accompagnati da artisti per registrare visivamente i paesaggi ed i fenomeni a scopo sia di ricerca sia di divulgazione scientifica. DJ Spooky avvicina l’Antartide all’immaginazione contemporanea ricostruendola digitalmente: le mappe storiche, i diari di viaggio degli esploratori degli ultimi due secoli, le frequenze di risonanza del ghiaccio cristallino ed i poli magnetici della Terra sono le tinte della tavolozza sonora con cui ha lavorato.

Paul D. Miller, alias DJ Spooky that Subliminal Kid, è un artista concettuale, scrittore e musicista che vive e lavora a New York. Interessato a nuove forme di espressione artistica, nonostante sia appena trentenne ha già alle spalle una lunga serie di collaborazioni con importanti artisti e musicisti. Preceduta dall’acclamatissima performance che lo ha reso famoso a livello mondiale, Rebirth of a Nation (ospite nel 2004 anche a RomaEuropa Festival), Terra Nova Sinfonia Antarctica è una magnifica performance multimediale che crea un momento unico e potente intorno al rapporto dell’uomo con la natura. Nella performance lo spartito elettronico di DJ Spooky è valorizzato dalla performance dal vivo di Alter Ego Trio (piano, violoncello e violino).

Questo progetto multimediale conferma DJ Spooky come uno dei principali artisti della nuova generazione negli Stati Uniti impegnati socialmente e politicamente, come dimostra la recente mostra Regime Change Starts at Home alla Galleria Irvine Contemporary di Washington in cui il lavoro di DJ Spooky è presentato accanto a quello dell’illustratore californiano Shepard Fairey, noto per il ritratto di Barack Obama “Hope” pubblicato sulle copertine delle riviste di tutto il mondo (www.irvinecontemporary.com).
Al concerto multimediale a Milano farà seguito il 3 dicembre la presentazione a Roma all’American Academy del suo ultimo libro Sound Unbound (MIT Press, 2007) che raccoglie un’intensa ricerca sul senso del suono, con contributi tra gli altri di Pierre Boulez, Brian Eno e Steve Reich.

DJ Spooky Terra Nova Sinfonia Antarctica è in cartellone al Teatro Manzoni di Milano per la Stagione Aperitivo in Concerto, lunedì 1 dicembre alle h 21.

IL BACKGROUND

Nel 1949 il compositore inglese Ralph Vaughan Williams ha creato un ritratto metaforico dell’Antartide intitolato Sinfonia Antarctica, che ha cominciato con una poesia adattata dal Prometheus Unbound (Prometeo Slegato) del poeta Shelley:

“Soffrir miserie che la Speranza crede infinite;
dimenticare danni più neri della morte o della notte;
sfidare una Potenza che sembra onnipotente;
mai mutare, mai esitare, mai pentirsi:
questo? è essere
buono, grande, gioioso, bello e libero,
solo questo è Vita, Gioia, Impero e Vittoria.”

Compositori come John Luther Adams – con le sue composizioni come Earth and the Great Weather: A Sonic Geography of the Artic – o Charles Dodge – con la sua composizione The Earth’s Magnetosphere – verso la fine del Ventesimo Secolo, con nuovi strumenti che uniscono suono e progresso scientifico, furono in grado di realizzare ciò che Vaughan Williams poté fare soltanto in metafora.

Nell’era dei satelliti, delle reti wireless e dei cavi in fibra ottica, è ancora più difficile condividere la visione che Vaughan Williams ha descritto nella sua opera per orchestra. Ciò che Paul D. Miller, alias DJ Spooky ritrae in Terra Nova è una terra fatta di complesse interazioni ecologiche e geografia. Più che descrivere la terra metaforicamente, l’opera è composta direttamente dal materiale raccolto da Miller nel suo viaggio in Antartide tra il Dicembre 2007 e il Gennaio 2008.

Unico continente disabitato, l’Antartide non ha governo e non appartiene a nessun paese, ma grazie al Trattato Antartico del 1959 è protetto da un accordo di cooperazione internazionale per la ricerca scientifica. Vari paesi rivendicano le zone del continente, ma essenzialmente, la zona fra il 90°W e il 150°W è l’unica zona dell’Antartide – per meglio dire l’unica area solida sulla Terra – non rivendicata da alcun paese. Più di 170 milioni anni fa, l’Antartide era parte del supercontinente Gondwana. Col passare del tempo Gondwana si è frantumato e l’Antartide come la conosciamo oggi si è formata circa 25 milioni anni fa. Usando mezzi digitali, video e apparecchiature di registrazione di raffinata tecnologia, DJ Spooky ha affrontato il viaggio in Antartide per “dipingere” un ritratto acustico di questo ambiente in rapida trasformazione.

Al passo con gli ambientalisti come Al Gore, compositori come John Luther Adams e Ralph Vaughan Williams e perfino film per il grande pubblico come La marcia dei pinguini e Happy feet, DJ Spooky mira ad avvicinare l’Antartide all’opinione contemporanea ricostruendola digitalmente: le mappe storiche, i diari di viaggio degli esploratori degli ultimi due secoli, le frequenze di risonanza del ghiaccio cristallino ed i poli magnetici della Terra sono le tinte della tavolozza sonora con cui ha lavorato.
Secondo Miller, milioni di anni di storia sono cristallizzati in quel ghiaccio. È un documento, un testo da decifrare che il pianeta ci dona. I ghiacciai sono la registrazione del cambiamento della Terra; il ghiaccio mantiene il tempo del cambiamento. Il ghiaccio è un orologio geologico, che misura la trasformazione dell’atmosfera della Terra e la temperatura generale del pianeta. Nel secolo scorso, piccole variazioni di temperatura hanno innescato un radicale cambiamento ecologico. Guardando ai ritmi di trasformazione della Terra, Miller interagisce con l’ambiente come un compositore, uno scrittore ed un artista.

Terra Nova è pensata come una campionatura dell’ambiente attraverso il suono – qualcosa che Vaughan Williams realizzò soltanto metaforicamente nel 1949. Oggi Miller affronta quel tema con un background tecnologico che permette un’interazione diretta con il territorio che ispira la composizione.

Whosoever will be an enquirer into Nature let him resort to a conservatory of Snow or Ice. (Francis Bacon)

CREDITS

Terra Nova Sinfonia Antarctica
di e con
Paul D. Miller/DJ Spooky That Subliminal Kid

e con Alter Ego Ensemble
Walter Roccaro, pianoforte
Aldo Campagnari, violino
Francesco Dillon, violoncello

Visual design A. J. Weissbard
Ricerche e montaggio V-Factory/Andrea Bianchi Matteo Massocco

commissionato da BAM Brooklyn Academy of Music/Next Wave 2009 Melbourne
International Arts Festival Dartmouth College UCSB Arts & Lectures Spoleto 51
Festival dei 2 Mondi

progetto e coordinamento artistico Change Performing Arts
con Music+Art Management/USA

Produzione esecutiva CRT Artificio

Si ringraziano Rosemary Reed Miller, Howard Kenty, Greg Lucas, Sven Furberg, Arminio Sciolli e MIT Press

BIOGRAFIE

DJ SPOOKY (Paul D. Miller)

Paul D. Miller, alias D.J. Spooky that Subliminal Kid, è un artista concettuale, scrittore e musicista che vive e lavora a New York. I suoi articoli sono apparsi in The Village Voice, The Source, Artforum, Raygun, Rap Pages, Paper Magazine e molti altri periodici. Un primo saggio Rhythm Science è stato pubblicato da MIT Press nel 2004; nel 2008 con lo stesso editore ha pubblicato Sound Unbound, una collezione di interventi su sound art, digital media, e sulla composizione contemporanea a firma tra gli altri di Brian Eno, Steve Reich, Pierre Boulez e Moby. L’opera di Miller come media artist è apparsa in diversi contesti culturali come la Biennale di Whitney, la Biennale di Architettura di Venezia nel 2000, il Ludwig Museum di Colonia in Germania, la Kunsthalle di Vienna, l’Andy Wahrol Museum di Pittsburgh e molti altri musei e gallerie. Ha all’attivo una lunga serie di progetti e collaborazioni, da Iannis Xenakis a Ryuichi Sakamoto, dai Kronos Quartet a Yoko Ono, dai Wu-Tang Clan ai Sonic Youth.
Il suo DJ Spooky’s Rebirth of A Nation presentato al Festival di Spoleto a Charleston nel 2004 ha girato in tutto il mondo, con una data anche al RomaEuropa Festival nell’ottobre dello stesso anno.
Ha inoltre composto le musiche del film Slam interpretato dal poeta Saul Williams e premiato al Sundance e al Festival di Cannes.
Ha pubblicato diversi cd tra cui In Fine Style (2006) con la classica etichetta reggae Trojan Records, seguito nel 2007 da Creation Rebel.
DJ Spooky è costantemente impegnato nelle sue live performance in tutto il mondo, esibendosi in solo, con ensemble da camera e orchestre; intervallando interventi in conferenze e università ai suoi impegni come performer.

ALTER EGO

Alter Ego costituitosi nel 1990 a Roma è riuscito a guadagnarsi un posto di rilievo nell’ambito dei gruppi cameristici europei specializzati nell’interpretazione della musica colta del XX secolo. L’idea di non essere vincolato unicamente alla esecuzione musicale nel senso tradizionale del termine ha permesso all’ensemble di collaborare con artisti di vario genere ad esperienze sempre nuove e stimolanti. Alter Ego ha all’attivo numerosi concerti realizzati presso le maggiori associazioni concertistiche in Italia e in Europa (Teatro alla Scala, Accademia di Santa Cecilia, Settembre Musica, Beethovenhalle di Bonn, De IJsbreker diAmsterdam, Musica di Strasburgo, Nybrokaien di Stoccolma, Akademie der Kunste di Berlino, Festival Archipel di Ginevra, Ilkhom di Tashkent,Takefu festival-Giappone, Spectral Festival di Istanbul), ma ciò che più lo caratterizza è la costante collaborazione instaurata con compositori di grande rilievo. Importanti le collaborazioni con cantanti (Frankie HI-NRG, John De Leo), artisti elettronici (Robin Rimbaud aka Scanner, Pan Sonic, Alva Noto,Marco Passarani, Massimo), artisti visivi (Michelangelo Pistoletto, D-Fuse) e interpreti (Irvine Arditti). Tra i compositori vanno segnalati gli stretti legami con Salvatore Sciarrino, del quale Alter Ego è l’ensemble di riferimento, Philip Glass, Giya Kancheli, Kaija Saariaho, FredericRzewski, David Lang, Alvin Curran, tra gli altri.

Change Performing Arts – Via Vincenzo Monti 12 – 20123 Milano
tel +39 02 4819 4494 fax +39 02 4819 5178 mail@changeperformingarts.it

CHANGE PERFORMING ARTS

Change Performing Arts è una struttura produttiva indipendente, con sede a Milano, che opera in tutto il mondo nel campo dello spettacolo in tutte le sue articolazioni: dall’opera alla danza, dal teatro alla musica e nelle arti visive, curando installazioni, mostre ed eventi culturali. Con più di 25 anni di esperienza nel settore Franco Laera e Yasunori Gunji hanno fondato la Change Performing Arts nel 1989.

Change Performing Arts collabora stabilmente con registi e artisti quali Lev Dodin, Philip Glass, Peter Greenaway, Peter Stein, Robert Wilson, progettando e realizzando eventi di portata internazionale su vasta scala. A tutto ciò si aggiunge l’impegno costante nel promuovere relazioni con artisti emergenti e incoraggiare nuove originali forme espressive.

L’installazione Memory/Loss, Leone d’Oro alla Biennale di Venezia del 1993, ha segnato l’inizio di una serie di mostre e installazioni nelle quali arti visive e performance trovano una collocazione speciale, come i progetti per la Biennale di Valencia del 2001, Stanze e Segreti e Immaginando Prometeo per il Salone del Mobile, Theatre of Italian Creatività presentata a New York nel 2003, il daily show dell’Expo di Aichi in Giappone nel 2005 e l’installazione multimediale L’Ultima Cena di Leonardo di Peter Greenaway a Palazzo Reale di Milano (2008).

Grazie alla collaborazione di uno staff permanente di arts producers e di designers, Change Performing Arts è in grado di seguire tutte le fasi di un progetto, dall’ideazione alla realizzazione e la distribuzione in campo internazionale.

Per ulteriori informazioni: www.changeperformingarts.com
Change Performing Arts – Via Vincenzo Monti 12 – 20123 Milano
tel +39 02 4819 4494 fax +39 02 4819 5178 mail@changeperformingarts.it

Website: http://www.changeperformingarts.com


Oltre atomi e corpi: una post-riflessione su AE 2016 / Beyond atoms and bodies: a post-reflection on AE 2016


Dialogismi e biopoetiche / Dialogisms and biopoetics


Contemplating Greenness


Emergence of Creative Machines


Berg emotional soundscapes


The Art of Emotional Intelligence


Media fingerprints in the representation


La Cura Summer school


Regulation and Social Media: Speed Bumps or the Code 2.0


Beyond the map: an experiment in affective geographies


Note sulla Survey dei 15 anni di attività di Noema / Note on Noema’s 15th Anniversary Survey


Survey per i 15 anni di attività di Noema / Survey on Noema 15 years of activity


Noema, un’analisi su 15 anni di innovazione / an analysis on 15 years of innovation


L’età dell’ansia. Egloga post-digitale / The Age of Anxiety: a Post-digital Eclogue


Refounding Legitimacy Toward Aethogenesis


Staging Aliveness, Challenging Anthropocentrism: Subverting an Art Historical Paradigm


A Different Theory of Mediation for Technospaces


The Tesseract: between mediated consciousness and embodiment