Loading posts...

La doppia articolazione del vivente

Il rapporto tra arte e materia organica è un rapporto antico. Tutta la storia dell’arte è stata influenzata dal vivente, da “ciò che vive”. Ciò che vive – animali, piante, altri esseri umani… – per millenni ha rappresentato l’ispirazione e il modello degli artisti, l’universo significante nel quale esistevano, che cercavano di esorcizzare, di comunicare, di rappresentare, di problematizzare. Tutta la storia dell’arte si è misurata con la natura, ma un cambiamento importante è avvenuto con le te...

From The Technological Herbarium (2)

Integrating three-dimensional images realized in computer graphics with localized stereophonic sounds, Davies constructs twelve worlds in which it is possible to immerse oneself and move around wearing a Head-Mounted Display that allows a stereoscopic vision, and bands that encircle the chest.

From The Technological Herbarium (1)

On the indispensable interaction between user and garden is founded the second of the objectives pursued by the Telegarden team: that of making users realize that they are not alone in taking care of the living installation. In Telegarden, as the authors make clear, the people become aware of the electronic presence of the others while engaging in the shared goal of taking care of the plants, interrupting their 'skipping' around from one site to the next, stopping to 'smell the roses'.

Biopoetry

Since the 1980s poetry has effectively moved away from the printed page. From the early days of the minitel to the personal computer as a writing and reading environment, we have witnessed the development of new poetic languages. Video, holography, programming and the web have further expanded the possibilities and the reach of this new poetry. Now, in a world of clones, chimeras, and transgenic creatures, it is time to consider new directions for poetry in vivo. Below I propose the use of biote...

Gianna Maria Gatti’s The Technological Herbarium

Gianna Maria Gatti's book The Technological Herbarium (subtitled: "Vegetable Nature and New Technologies in Art Between the Second and Third Millennia") is a study of 'interdisciplinary' works of art that exemplify the increasing importance of science and technology in artistic creation. Her analysis, however, goes beyond that of a journalistic or curatorial survey of artworks.

Terza Vita

E' ipotizzabile una terza vita, oltre a quella definita seconda, che trascenda i mondi virtuali? Più processi in corso che, nella loro complessità, implicano modifiche graduali del vivente - e di quanto a esso si ispira - non rendono l'ipotesi del tutto irrealistica. Passerà per l'infinitamente piccolo questa evoluzione verso una ulteriore vita, verosimilmente più sofisticata delle precedenti?

NeMe: Hot to Bot

The idea that non-living matter could be used to invoke, influence, and emulate living beings is probably as old as human life itself. Over thousands of years this concept has become deeply ingrained in the human imagination as a locus of desires and fears about the future; and about the role of art and technology in forming it.
Il ritmo
View

Il ritmo

Gli artisti maggiori sono coloro che hanno saputo gestire, consapevolmente o meno, il dosaggio dei vari atteggiamenti per raggiungere il risultato desiderato. L’arte del regista, in questo senso, è quella che più di altre richiede una consapevolezza non comune circa il ruolo delle operazioni mentali. Lo spettatore è spinto a pensare in un certo modo, a sentire determinate emozioni, è tratto in inganno, ecc., solo così il regista riesce nella sua impresa. Il ritmo è il principio organizzatore di ...
Scienza come arte della conoscenza
View

Scienza come arte della conoscenza

Nell’attuale spettro dei saperi, e nella percezione comune, scienze ed arte vengono collocate ad estremi opposti delle nostre visioni del mondo. La scienza viene vista come il regno delle certezze “oggettive” e l’arte come il luogo della radicale singolarità soggettiva del sentire umano. La scienza come puntuale applicazione del metodo, l’arte come pura creatività.

Realtà invisibile e realtà virtuale

Le società di tradizione sciamanica attribuiscono a una élite di uomini una sorta di potere misterioso, a cui si dà generalmente il nome di mana. Il mana, come si evince dall’opera di Marcel Mauss, è insieme un essere, un’azione, una forza, una qualità e uno stato: è ciò che dà nome alle cose senza nome, è la formula magica e al contempo ciò che fa sì che essa produca un effetto; è il mago e il suo potere, il quale agisce in un ambiente mana e su cose che sono anch’esse mana.
Halo 3. Marketing Case History
View

Halo 3. Marketing Case History

Il videogame è diventato, al pari del cinema, un prodotto industriale di massa, i cui costi di produzione hanno toccato punte vertiginose e dove eventuali fallimenti possono rovinare i bilanci delle software house e dei publisher coinvolti nel progetto. Negli ultimi anni l’industria videoludica sempre più spesso si è affidata ad accattivanti campagne marketing, con lo scopo di salvaguardare gli investimenti, generando nei videogiocatori l’amato/odiato hype, l’attesa o meglio l’ansia, nei nuovi ...
Les  Chromatologues
View

Les Chromatologues

Il devient donc important d'étudier les patterns dermiques qui induisent des codifications syntaxiques, sémantiques et symboliques du message. Il devient important d'entreprendre au plan de la Technozoosémiotique, des modélisations permettant une communication interactive interspécifique et homme - céphalopodes.
Les Stimutalogues
View

Les Stimutalogues

Nous avons vu que sur des milliers d’espèces de poissons, quelques centaines ont la particularité de pouvoir générer périodiquement ou de façon continue un champ électrique. Si elles étaient connues depuis l’antiquité, comme la torpille, poisson à forte décharge ponctuelle (400 à 6000 volts), la plupart des espèces de poissons électriques n’ont été découvertes que récemment.
Sul concetto di vivente
View

Sul concetto di vivente

Parlare di vivente, di qualcosa di vivente per dirla con Paul Ziff, "...è parlare di un organismo in un ambiente." L'ambiente, per l'artista e filosofo nordamericano, è quello in cui l'organismo attua il suo comportamento. Una riflessione sul vivente ne implica una sulla morte. Notevoli le parole di Ziff: "La morte è la dissoluzione della relazione fra un organismo e il suo ambiente", la morte dunque "mi pluralizza", è la conversione da uno a molti, in sostanza: "...mi amalgamo con il mio ambien...
The Darwinian Composer
View

The Darwinian Composer

L’idea e l’intenzione di connotare una definizione di Compositore Darwiniano nacque dapprima quale esigenza pratica di docenza. Difatti, da qualche tempo io ed altri colleghi [...] notavamo che la percentuale di allievi che compongono tesi e tesine universitarie con il metodo del Copia&Incolla (Copy&Paste) cresceva in maniera smisurata e che, praticamente, stava raggiungendo la totalità degl’iscritti. Malgrado ciò, una volta superato un primo stadio emotivo – in cui un insegnante si sent...

Les Poissons électriques

Les êtres vivants, végétaux et animaux sont communément le siége de phénomènes électriques intimement liés aux activités vitales dont ils en sont un des aspects révélateurs. On met ces phénomènes en évidence à l'aide d'électrodes appliquées en surface ou introduites dans la profondeur des tissus. On peut alors capter les courants ou des différences de potentiel et enregistrer leurs variations au cours du temps. Ces phénomènes d'électrogénèse biologiques appelés aussi bioélectriques ou électrophy...
Technozoosémiotique
View

Technozoosémiotique

Si le langage a permis à l’humanité de développer une forme de coopération entre les individus qui semble radicalement différente de celle des sociétés animales, l'existence d'une césure qui délimite le monde animal du monde humain n'est pas tout à fait convaincante, dés lors qu'elle est confrontée à la recherche scientifique actuelle en matière d'éthologie, de communication et de cognition animale. Il n'est pas prouvé que, dans le règne animal seuls les êtres humains soient capables d'apprendre...
Introduction to Drama and Artificial Intelligence
View

Introduction to Drama and Artificial Intelligence

The theoretical framework I have tried to draw, allows us to figure out a new kind of performing space, which is able to respond automatically, intelligently to the performer's actions. Stage and actors are no longer in opposition, but in symbiosis. Here the dream of the Avant-gardes (from Symbolism to Futurism) became a starting point, a lens through which the scholars and the artists may see new experiments. On the other hand, the body of the actor itself can be augmented thanks to technology....

A scuola con Lukes e Foucault per riconoscere i segni del potere

A nostro avviso, anche il primo Foucault potrebbe tornare utile a pensare la profondità del potere contemporaneo. Oggi le cronache ci parlano sempre più di manipolazione dei corpi e la riflessione filosofica si incentra sempre più sulla biopolitica. Forse varrebbe la pena di non escludere l’eventualità che i processi di socializzazione che ci abituano a determinati desideri, passino anche se non in primo luogo dai nostri corpi, da quei grovigli irriducibili che ci costituiscono. Questo non compo...

Forward/Backward – Living/Still

Art that concretely deals with carbon-based biological systems is ephemeral by its very nature. The artists featured in Still, Living act less by pure technophile affirmation of anthropocentric biotechnological prowess or cognitive dominance over the non-human than by reflected scepticism towards our current notions of progress.

Can Organized Networks Make Money for Designers?

My interest in this talk is to consider what the political concept of organized networks might mean for designers wondering how to make a buck. I know for sure that I won't be able to offer a one-size-fits all business model, so if that's what you were hoping for, then be disappointed now. Instead, I will focus on what I consider the primary conditions that attend the practice of collaboration in an era of network cultures and informational economies.
The Three Basic Forms of Remix: A Point of Entry
View

The Three Basic Forms of Remix: A Point of Entry

For the Selective Remix the DJ takes and adds parts to the original composition, while leaving its spectacular aura intact. An example from art history in which key codes of the Selective Remix are at play is Marcel Duchamp’s Fountain (1917); this work consists of an untouched urinal (save for a traditional artist signature) to reinforce the question, what is art?

Interview with Luis Miguel Girão

Interview with Roberta Buiani

Interview with Bill Seaman

Interview with Roger Malina

Interview with Pavel Smetana

Interview with Christa Sommerer

Interview with Annick Bureaud

Interview with Leonel Moura

Interview with Nina Czegledy

Interview with Alberto Abruzzese (Italiano)

Interview with Stelarc

Interview with Derrick de Kerckhove

Interview with Margarete Jahrmann

Interview with Jaromil

Interview with Laura Beloff

Interview with Alan Shapiro